Un uovo al giorno…toglie il medico di torno.

E’ da qualche settimana che ci divertiamo a creare abbinamenti colorati, sani e pratici che hanno come protagonisti le Uova.

Perché, vi starete chiedendo.

Beh perché lo consideriamo, e lo considero, un alimento molto importante. Che nell’alimentazione di persone Sane non deve mai mancare.  Vi avevo anche dato consigli utili su quali scegliere, come sceglierle, e consigli su come prepararle. Abbiamo quindi scoperto insieme che le proprietà ed i benefici di questo alimento sono:

  • La quantità di Amminoacidi Essenziali
  • La bassa densità Energetica (poche calorie)
  • La spiccata attività Antimicrobica
  • L’attività Antiossidante

Per molto tempo sono state oggetto di raccomandazioni per via del Colesterolo.

Ma, gli Studi Metabolici non sono riusciti a rilevare cambiamenti sostanziali delle concentrazioni totali di Colesterolo nel sangue quando le uova sono state aggiunte a diete di individui contenenti moderate quantità di Colesterolo.

Inoltre, grazie alle modifiche effettuate nella dieta delle Galline, l’uovo presenta un alto contenuto di Acidi Grassi Insaturi ed è matrice facilmente arricchibile di omega-3. (Grassi Essenziali al nostro organismo).

Quindi hanno dedotto che un individuo con colesterolemia normale può assumere anche 1 uovo al giorno.

Quali sono i benefici che le uova possono apportare al nostro organismo?

Venivano considerate un alimento ad alto valore nutrizionale anche in passato, ed erano state etichettate come: «proteine di riferimento».

Inoltre hanno altre caratteristiche molto importanti sulle quali vorrei soffermarmi:

  • Sono le proteine a più alto indice chimico (IPC) => (rappresentato dal rapporto tra la quantità di un amminoacido essenziale contenuto in un grammo di proteina, e la quantità dello stesso amminoacido in un grammo della proteina biologica di riferimento).
  • Sono una fonte proteica poco costosa
  • La loro composizione in termini di amminoacidi essenziali è adeguata alle esigenze nutrizionali dell’essere umano: da ciò si avvince il loro Elevato Valore Biologico.
  • Gli amminoacidi essenziali (8 nell’uomo adulto e 9 nel bambino) NON sono sintetizzati dall’organismo e devono essere introdotti con gli alimenti in proporzioni corrette
  • Ci sono Macronutrienti importanti concentrati nel tuorlo tra cui la COLINA e LECITINA.
  • E offrono NUMEROSI COMPOSTI BIOATTIVI liberati in seguito a digestione
  • Le Proteine dell’albume (ovoalbumina, ovotransferrina e ovomucoide, ovomucina (viscosità), lisozima ed avidina) hanno una SPICCATA ATTIVITA’ ANTIMICROBICA.

Inoltre hanno dimostrato avere:

  • ATTIVITA’ ANTI-IPERTENSIVA
  • ATTIVITA’ ANTIOSSIDANTE

Uovo bianco_0003-Modifica

Qual è la composizione nutrizionale delle uova?

Un uovo di gallina medio pesa circa 60 g, fornisce 8 g di proteine nobili, ripartite tra albume e tuorlo.

Inoltre vitamine, sali minerali e acidi grassi sono presenti in ottime percentuali.

Nel tuorlo sono contenuti fosforo, calcio, ferro, zinco, vitamina A, B1, D, E.

Il tuorlo contiene anche circa 7 g di grassi, di cui grassi saturi il 30%, con 270 mg di colesterolo ed il 70% insaturi, benefici ed indispensabili.

Un uovo medio (53g senza contare il guscio) apporta solo 1.7 g di grassi saturi, concentrati nel tuorlo.

Contiene più grassi insaturi: 2 g.

Contiene anche l’acido oleico, acido linolenico e lecitina.

Queste sostanze sono in grado di contrastare il colesterolo (comunque necessario al corpo umano in certe quantità).

Con la lettera A sono indicate uova di 70 g circa, con la B quelle di circa 60 g e quelle con la lettera C di 45 g.

Quelle di categoria C sono generalmente destinate all’industria dolciaria.

Come riconoscerle?

Le Extrafresche (raccolte ed imballate quotidianamente) hanno la scritta “extra” in bianco su una banda rossa. Vengono raccolte entro 9 giorni dalla deposizione, ma questo dato non ha nulla a che vedere con l’allevamento.

Cioè?

Il dato importante da considerare è la scritta: “DA AGRICOLTURA BIOLOGICA – DA ALLEVAMENTO ALL’APERTO”. Queste appena indicate sono tutte quelle uova marcate con il segno “0” sull’uovo stesso.

E SONO LE UNICHE A POTER ESSERE CONSIDERATE BIOLOGICHE!

1 GALLINA OGNI 10 MQ (libera di beccare quando vuole)

Ma l’uovo è facile da digerire?

Un preconcetto riguarda la presunta indigeribilità dell’uovo e la sua nocività per il fegato. In realtà l’uovo favorisce lo svuotamento della colecisti ed in caso di calcolosi biliare, favorisce le dolorose coliche biliari.

Ma se non si soffre di colecistite, di calcolosi biliare o di ipercolesterolemia, si può stare tranquilli, infatti l’uovo contiene notevoli dosi di colina e metionina, due aminoacidi che proteggono il fegato.

La colina inoltre stimola la secrezione della bile, quindi la funzionalità epatica.

Per quanto riguarda la digeribilità, si può dire che un uovo alla coque si digerisce circa in un’ora e mezza, contro le oltre tre ore della pasta in bianco o le quattro ore della carne arrosto!

L’albume non andrebbe mai consumato crudo, in quanto contiene dei fattori antinutrizionali, come l’avidina.

La vita media di un uovo è calcolata in tre – quattro settimane. (28 giorni)

Come cucinarle quindi?

Le uova non dovrebbero bollire, poiché ferro e zolfo alla temperatura di ebollizione, formano il solfuro di ferro, sostanza venefica. E’ consigliato quindi metterle nell’acqua fredda, mantenere il recipiente sul fuoco fino ad ebollizione, quindi spegnere e lasciarle a bagno sino a raffreddamento se si vogliono sode, togliendole prima se le si preferisce alla coque.  L’uovo così cucinato è più gustoso di quello bollito e molto digeribile.

Ma le raccomandazioni sul colesterolo allora?

Anche se nel tuorlo c’è molto colesterolo, non ci sono i grassi saturi responsabili dell’aumento nell’organismo del colesterolo cattivo.

Un uovo al giorno può far raddrizzare i livelli di colesterolo buono, lo ha scoperto una ricerca thailandese che dimostra come mangiarne uno al giorno per 3 mesi aumenti i livelli di Hdl (colesterolo buono) del 48%, merito anche della lecitina che si trova nel tuorlo.

In conclusione quindi:

Ricapitolando quanto detto fino ad ora quindi, per tutte le loro qualità, le uova fanno bene a:

  • Memoria e concentrazione
  • Funzionalità epatica
  • Prevenzione dell’ateriosclerosi
  • Formazione di ossa e muscoli
  • Lotta all’iposideremia (mancanza lieve o grave di ferro nel sangue)
  • Prevenzione della calcolosi biliare
  • Produzione di energia In una Dieta ipocalorica posso essere utilizzate per l’elevato senso di sazietà con limitato apporto di calorie ù

Come riconoscerne la freschezza?

Un uovo fresco si riconosce dal guscio vellutato e pulito, dal tuorlo senza macchie, dall’albume chiaro e limpido.  Se si immerge in acqua e sale (3 lt di acqua e 35 gr di sale): se si deposita orizzontalmente sul fondo vuol dire che è fresco.

Infatti più invecchia, più si amplia la sua camera d’aria (lo spazio non occupato da albume e tuorlo). A parte la data di scadenza, un metodo per riconoscere se il prodotto è fresco è verificare se in controluce si riesce a vedere l’ombra del tuorlo al centro dell’uovo.

Ma quindi, quante uova possiamo mangiare a settimana?

Mangiare un uovo al giorno fa bene. Secondo i ricercatori del Centro di Scienze Sanitarie dell’Università di Pechino e di Oxford seguendo tale dieta si riducono del 12% i rischi di ictus, infarti e malattie cardiache. Gli studiosi, come riporta il Daily Mail, hanno analizzato per anni le abitudini alimentari di oltre 400mila persone sane in Cina, di età compresa tra i 30 e i 79anni. Il 13% dei partecipanti ha confermato di mangiare un uovo ogni giorno, mentre il 9,1% ha dichiarato di farlo raramente. Dopo nove anni di osservazione, gli scienziati hanno scoperto 83.977 casi di malattie cardiovascolari e 9.985 morti, oltre a 5.103 attacchi cardiaci. Bene, coloro che erano soliti mangiare un uovo al giorno sono stati meno colpiti.

Il PT cosa consiglia?

IO consiglio come sempre di avere equilibrio. Di controllare periodicamente il proprio stato di salute con analisi del caso (consigliate dal proprio medico). Se ci sono, in famiglia, casi di ipercolesterolemia consulta sempre i professionisti prima di prendere iniziative.

E ricordati sempre che: fumare fa male, bere alcool fa male, lo stress eccessivo fa male, il poco riposo fa male, i cibi industriali fanno male, ma NON può far male un alimento che la natura ci offre e che è il “creatore” di altri esseri viventi.

Ti ringrazio, come sempre, per aver letto fino in fondo!

 

Fonti:

http://www.anagen.net/uova.htm#ixzz5Ghhugl5J https://sag.unisanraffaele.gov.it/pluginfile.php/9019/mod_resource/content/1/Consumo%20di%20uova%20e%20salute%20umana.pdf  http://m.ilgiornale.it/news/2018/05/22/un-uovo-al-giorno-previene-infarti-e-malattie-cardiache/1530524/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...